Due report di Winterberry Group fanno luce su Identity e Collaborative Data Solution

Identity e Collaborative Data Solution acquisiranno un ruolo sempre più centrale nell’era Post cookie. Gli studi Identity Outlook 2020 e Collaborative Data Solution di Winterberry Group ne danno una visione approfondita

Collaborative Data Solution


Winterberry Group – società di consulenza e di market intelligence specializzata in advertising, marketing, dati e tecnologia – ha sviluppato due report – Identity Outlook 2020 e Clooaborative Data Solution – insieme a una serie di partner, tra cui Liveramp, dedicati all’evoluzione dell’Identity e al ruolo sempre più centrale che assumerà una volta che i cookie di terza parte verranno dismessi definitivamente.  

Identity Outlook 2020: cookieless e soluzioni di Identity

L’addressability del futuro abbandonerà i modelli cookie-centrici per passare a soluzioni di Identity capaci di riconoscere l’utente sui diversi canali e dispositivi. L’ecosistema pubblicitario si evolverà seguendo nuovi approcci privacy-compliant, che siano sicuri, neutrali e interoperabili.

Winterberry Group ha intervistato aziende di primo piano sul territorio europeo e americano coinvolte a diversi livelli nell’utilizzo dei sistemi di Identity – dai solution providers alle company che lavorano con dati e tecnologie, dagli editori agli studi legali focalizzati sulle questioni relative alla privacy – per analizzare gli elementi che stanno alzando il ritmo dell’innovazione nella marketing personalization, nel programmatic advertising, nell’advanced TV.

Lo studio Identity Outlook 2020 si articola attorno a 4 punti cardine:

  • I sei elementi critici che incideranno sul panorama dell’Identity
  • Perché la cooperazione sarà un fattore critico per contrastare i walled gardens
  • Le implicazioni normative e le risposte dei browser
  • La maturità e le prospettive relative ai casi d’uso dell’Identity


Collaborative Data Solution: come interpretare l’aumento della domanda di data collaboration e data solution

Nel dinamico panorama dei dati, la comprensione delle audience e la costruzione di un vantaggio competitivo rappresenta una grande sfida per i brand e gli editori. Le restrizioni legate agli identifier, la successione delle normative sulla privacy e la competizione per le revenue pubblicitarie sono fattori che contribuiscono a creare dei gap nella customer intelligence.

Per aiutare le company a costruire una visione d’insieme del consumatore sono nate alcune soluzioni di data collaboration, che i brand e gli editori dovranno conoscere e studiare per capire come i diversi approcci alla data privacy e availability possano servire i loro clienti.

Questo paper nasce a partire da un campione di technology providers, data company, e cooperative di media owners e di end user client, confrontato con un panel online di senior brand marketers provenienti da US e UK, e punta a facilitare la comprensione di un mercato che sta subendo un rapido cambiamento dovuto a una miscela di innovazioni tecnologiche, evoluzioni nel campo della privacy, trasformazione di brand ed editori e disponibilità dei dati.

Nello studio Collaborative Data Solution potrai trovare:

  • Gli attuali driver di interesse e sperimentazione legati alla data collaboration
  • Le soluzioni di data collaboration disponibili e i casi di utilizzo a cui si applicano
  • Una roadmap in 4 punti per il media buying e per le misurazioni

IAB