L’IQI nel report sulle soluzioni di Quality and Transparency di IAB Europe

Trasparenza, qualità e brand safety sono in cima alla wishlist dei marketer europei. Un tema caldo che non accenna a sopirsi neanche nei primi mesi di questo 2020, ma che IAB sta affrontando attraverso due nuovi report: il “Brand Safety Pool” e lo “IAB Europe Navigator: Quality in Digital Advertising”.

Trasparenza, qualità e brand safety sono in cima alla wishlist dei marketer europei. Un tema caldo che non accenna a sopirsi neanche nei primi mesi di questo 2020, ma che IAB sta affrontando attraverso due nuovi report: il “Brand Safety Pool” e lo “IAB Europe Navigator: Quality in Digital Advertising”. Due lavori che intendono analizzare le preoccupazioni della industry e le soluzioni proposte da alcuni chapter continentali dell’associazione.

I dati della Brand Safety Pool, pubblicata ieri da IAB Europe, confermano la grande attenzione dedicata dalla industry a questo tema, indicato dal 77% del campione come una priorità. Un numero in crescita, indica un altro 57% dei rispondenti, come dimostrano anche le richieste di informazioni sull’argomento, sempre più frequenti e precise.

Salvaguardare il contesto su cui appaiono le inserzioni è però un’operazione che richiede soluzioni condivise dalla industry, necessarie per ottenere garanzie oggettive. Per questo motivo, insieme al sondaggio è stato presentato il documento IAB Europe Navigator: Quality in Digital Advertising: il lavoro riassume e confronta le iniziative dei diversi chapter nazionali di IAB. Tra le soluzioni analizzate, è presente lo IAB Quality Index, il programma di certificazione della qualità dei bacini pubblicitari italiani sviluppato da IAB Italia.

IAB